dicembre 6, 2007

Roma 2 Cagliari 0. Rossoblu: tre quasi goals, poi due errori della difesa e segna la Roma.

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Ancora una volta un Cagliari manovriero per linee orizzontali , ma davanti inconcludente. Foggia, per egoismo, ha sciupato due occasioni . Ha perso tanti palloni per voler cercare l’azione personale a tutti i costi. Peggio di cos non poteva giocare. Tenere testa ad una squadra come la Roma non facile .

Ma Sonetti aveva impostato la partita in modo corretto. Le fasce laterali ben coperte, con Ferri a destra e Mancosu a Sinistra con l’incarico di presidiare ma anche di proporre ripartenze improvvise, acqua Fresca in agguato in attesa di qualche palla buona da giocare , ma l’attesa era inutile.Quasi tutte le azioni finivano tra i piedi di Foggia che non arrivavano mai. L’uomo che ci era stato presentato come un fuori classe capace di trascinare la squadra, si sta rivelando mediocre. Bianco e Marruocco , hanno la responsabilit di due goals .

Bianco avrebbe dovuto marcare a uomo Taddeie non lo ha fatto, il portiere uscito a vuoto in ambedue le occasioni ed ha lasciato la porta sguarnita. Ecco il commento di Sonetti:” abbiamo preso un goal banale , stato un nostro errore. Bisognava stare pi attenti. Avevo raccomandato in settimana di stare all’erta sui calci di punizione. Poi andiamo a prendere un goal cos banale. In situazioni del genere voglio che si marchi a uomo, avevo stabilito anche le marcature. E’ stato un errore clamoroso. Ci manca un pizzico di furbizia anche davanti alla porta .

Quel primo goal di Taddei ha spezzato l’incantesimo, con un Cagliari che stava giocando alla pari. Avevamo creato un paio di buone occasionei. Peccato! Dobbiamo migliorare in fase di finalizzazione. Fin qui abbiamo segnato solo 11 goals, son troppo pochi. Sulle eventuali operazioni da fare sul mercato, valuteremo dopo questo ciclo terribile che ci aspetta “. Domenica incontreremo l’Empoli : una nostra pari grado. Se non vinceremo nemmeno questa partita, saranno guai seri perch vorrebbe dire l’inizio della caduta libera e sarebbe difficilissima da arrestare .

Cesare Corda

dicembre 5, 2007

Roma- Cagliari:sconfitta sicura per i rossoblu ? Non detto

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Certo che se guardi la classifica e consideri i diversi valori tecnici dei giocatori in campo, ti tremano le gambe e pensi ad una goleada della Roma. Ma sapete, nel calcio , oltre ai piedi buoni, contano anche altre cose come il cuore e la testa.

Il cuore , perch tu che non disponi della raffinatezza tecnica dei campioni, per usare un detto abusato,lo devi gettare oltre l’ostacolo. La testa perch , la supponenza del pi forte che gioca in casa contro gli ultimi in classifica da una parte, ela spregiudicatezza di chi non ha nulla da perdere, ma pu contare sul “furore agonistico” di chi si aggrappa all’ultimo appiglio, prima di cadere nel precipizio, possono far accadere l’imprevedibile.

Tutto il resto, le strategie, gli schemi tattici , quando cos grande la differenza delle forze in campo, hanno poca importanza.La Roma gioca con rapide folate offensive che spesso passano attraverso le fasce. Per questo Sonetti ha cercato di blindarle. Difesa a quattro con a destra Pisano e ferri un po’ pi avanzato, buoni difensori, ma anche capaci di offendere con robuste percussioni. A presidio della fascia sinistra ci sar Agostini, buon marcatore ma anche veloce incursore. L’altra novit rappresentata dalla presenza, finalmente, di Mancosu.

Centrocampista fantasioso, capace di ” accendere” le punte Acquafresca e Foggia , con lanci smarcanti. Sar importante non subire , arroccati in difesa,gli attacchi dei giallo rossi. Con queste squadre, che hanno la tendenza a travolgerti con il loro gioco, la miglior difesa l’attacco. Si tratta di avversari abituati alla trazione anteriore. Insomma un po’ di spregiudicatezza, non guasterebbe.

In questo modo ai romanisti, potremo creare qualche preoccupazione. E se dovessimo perdere , potremo almeno dire di averci provato ed uscire dall’olimpico a testa alta. Sicuramente vedremo in campo , anche se non dall’inizio, Totti ed Esposito.

Speriamo che l’ex rossoblu non” rinasca ” proprio contro i suoi ex compagni.

Cesare Corda

La Roma gioca con rapide folate offensive che spesso passano attravero le fasce. Per questo Sonetti ha cercato di blindarle. Difesa a quattrro con a destra Pisano e Ferri un po’ pi avanzato,buoni difensori ma anche capaci di offendere con robuste percussioni. A presidio della fascia sinistra ci sar Agostini, buon marcatore manca veloce incursore. L’altra novit rappresentata dalla presenza, finalmente, di Mancosu. Centro campista fantasioso capace di “accendere” le punte Acquafresca e Foggiacon lanci smarcanti.

Sar importante non subirearroccati in difesa , gli attacchi dei giallo rossi. Con queste squadre , che hanno la tendenza a travolgerti con il loro gioco, la miglior fifesa l’attacco. Si tratta di avversari abituati alla trazione anteriore. Insomma un po’ di spregiudicatezza non guasterebbe.

In questo modo agli uomini di Spalletti, potremo creare qualche preoccupazione. E se dovessimo perdere ,ptremo almeno dire di averci provato e uscire dall’olimpico a testa alta. Si curamente vedremo in campo, anche se non dall’inizio Totti ed Esposito.Speriamo che l’ex rossoblu non”rinasca” prprio contro i suoi ex compagni.

dicembre 4, 2007

Bertnotti: l’Unione ha fallito – Veltroni incontra oggi i segretari regionali del Pd ed il leader dei Comunisti italiani Oliviero Diliberto. Previsto anche un incontro con il presidente della commissione affari costituzionali del Senato. Il segretari del PD vuole concordare un calendario di lavori per discutere di riforme, ma sopratutto della nuova legge elettorale.Tenta di evitare la rivolta.

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »
Veltroni cerca di fa cessare l’allerta nei partiti suoi alleati, speigando loro che non ha intenzione di creare un asse privilegiato con Berlusconi per fare una legge elettoraale e qualche riforma ad ok per far scomparire in modo democratico i partiti piccoli e medi. E’stata fatta l’ipotesi di uno sbarramento del’8% . Questo vorrebbe dire fare piazza pulita di tutti i partiti al di sotto diu tale soglia.

In soldoni sarebbero rappresentati in Parlamento, solo Il partito di Berlusconi, il partito Democratico, Alleanza Nazionale e forse Rifondazione Comunista.Tutti gli altri a casa. Nei giorni scorsi avevano fatto fuoco e fiamme I Comunisti italiani, i Verdi, i Socialisti, l’Udeur e Rifondazione comunista. Oggi Bertinotti, Presidente della Camera, non usa mezze parole: ” si chiusa una stagione” politica nella quale non si e’ mai realizzato il progetto di ”un governo nuovo, riformatore, capace di rappresentare una drastica alternativa a Berlusconi”.

Parla di Romano Prodi citando una frase di Flaiano su Cardarelli: “e il piu’ grande poeta morente”.La domanda scontata:si pu governare in queste condizioni?Se si metter di traverso anche mezzo di questi partitini, in Senato Prodi cadr.

Meglio sarebbe farerapidamente una nuova legge elettorale,che preveda uno sbarramento, ragionevole, del 4%, con l’elezione diretta del Presidente del Consiglio, l’indicazione vincolante delle alleanze prima del voto ed una norma anti ribaltone, che non consenta vergognose compravendite. Chi viene eletto con una maggioranza deve esasere messo davanti ad una scelta : lealt verso gli elettori o dimissioni dal Parlamento.

Cesare Corda

dicembre 3, 2007

Dopo il quasi accordo tra Veltroni e Berlusconi, nel centro sinistra allarme rosso. Prodi in pericolo ?

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Lo avevo scritto nei giorni scorsi, ma d’altronde , quello che sta accadendo era facilmente prevedibile. Rifondazione, comunisti italiani, i verdi , i socialisti temono come la peste il possibile accordo sulla legge elettorale tra i due grandi partiti. Infatti, il prevedibile sbarramentopotrebbe essereun muro invalicabile per molti di loro. Le formazioni politiche al di sotto del 6 % rischierebbero di scomparire dalla scena politica.

L’unica ipotesi praticabile per loro,per non scomparire del tutto, sarebbe, al grido di si slavi chi pu, gettarsi tra le braccia o lefauci di un grande partito: ma cos perderebbero comunque la loro identit , il loro ruolo ed il loro peso polico. E’ comprensibile dunque la preoccupazione di questi alleati minori di Veltroni. Ma queste fibrillazioni, che spesso assumono il tono della protesta veemente e perfino della minaccia, potrebbero giocare un brutto scherzo al Governo Prodi.

POssibile che Veltroni e Berlusconi non lo abbiano gi messo in conto ? D’altronde, con intenti diversi , tutti e due hanno interesse a che Prodi venga “scosso” anzitempo dalla sua poltrona. Sarebbe un pessimo affare per tutti perch si rischierebbe di andare a njuove elezioni con la politica in un pericoloso stato confusionale.

Cesare Corda