novembre 9, 2008

Cagliari a Catania: se gioca come sa pu fare bottino pieno.

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

E’ proprio cos: se il Cagliari giocher come ha dimostrato di saper giocare nelle ultime partite, pu ambire ad aggiudicarsi l’intera posta. Per fare questo indispensabile entrare in campo con lo spirito giusto. Serve la grinta dei predatori e l’astuzia degli attendisti.

Il Catania , specie in casa, dove ha vinto 4 partite su 5, un brutto cliente. Attaccano con la squadra corta, e vanno spesso al tiro anche con i centrocampisti. La squadra non mai una coperta corta. Pur sbilanciandosi nella fase di attacco, dietro sono sempre coperti. In cinque partite in casa hanno subito 2 soli goals. Sono la quarta miglior difesa del campionato.

Per soffrono gli attacchi palla a terra allargando il fronte d’attacco sulle fasce laterali. Il Cagliari ha gli uomini per poter fare questo gioco. Agostini supportato da Jeda e Matheu con l’appopggio di Lazzari possono far arrivare invitanti cross per Aqcuafresca e Matri. Cossu, sar sorvegliato speciale, ma dal suo piede possono partire i lanci decisivi per mandare in porta in nostri attaccanti.Io come altri, sono convinto che i ragazzi di Allegri abbiano i mezzi per un traguardo pi ambizioso di quello della salvezza. Non sarebbe un volo pindarico pensare in chiave Uefa. Dipende solo da loro: Se continueranno a giocare come sanno……

Cesare Corda

Probabili formazioni.

Cagliari

Marchetti, Matheu, Lopez , Bianco, Agostini, Fini, Conti, Lazzari, Cossu, Matri, Acqua fresca.

Catania

Bizzarri, Silvestri, Silvestre, Stovini, Sardo, Tedesco, Ledesma, Biagianti,Martinez, Mascara, Paolucci

novembre 8, 2008

REP.CONGO: SUMMIT NAIROBI, CHIESTO CESSATE IL FUOCO

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Nairobi, 7 nov. -(Adnkronos/Dpa)- I leader africani riuniti al summit di emergenza di Nairobi hanno chiesto un immediato cessate il fuoco nel conflitto in corso nella regione orientale della Repubblica del Congo, l’ampliamento dei poteri d’intervento della forza di pace Onu presente nel Paese e l’apertura di corridoi umanitari per le centinaia di migliaia di profughi in fuga dai combattimenti. La missione Monuc dell’Onu deve essere emendata in modo da ottenere capacita’ di “peace-making”, mentre i ribelli devono essere disarmati sulla base degli accordi esistenti, ha dichiarato il ministro degli Esteri del Kenya, Moses Wetangula, parlando a nome dei leader presenti. “Serve un immediato cessate il fuoco da parte di tutti gli uomini armati e le milizia nel Kivu del Nord”, ha aggiunto. Al summit convocato d’mergenza a Nairobi hanno partecipato il presidente della Repubblica Democratica del Congo, Laurent Kabila, il presidente del Ruanda, Paul Kagame, e il presidente di turno dell’Unione africana, il capo di stato della Tanzania, Jakaya Kikwete. Presente anche il segretario generale dell’Onu, Ban ki Moon. Al summit non era stato invitato il generale Laurent Nkunda, capo dei ribelli che stanno avanzando verso Goma, capitale della regione del Kivu del nord. Nkunda dice di battersi per proteggere i membri della sua etnia tutsi dagli hutu che si sono rifugiati nella repubblica democratica del Congo dopo i massacri in Ruanda del 1994. Kabila accusa il Ruanda di sostenere Nkunda.

novembre 7, 2008

Regione: altri 7 mln € per alluvioni

By admin
Topics:
Costume

Discuss it:
No Comments »

articolo tratto da Sardegnaoggi.it

Arrivano altri 7 milioni di euro per le prime emergenze provocate dalla seconda alluvione che ha colpito il 4 novembre buona parte della Sardegna (Medio Campidano, Nuorese, Ogliastra e Gallura). L’ha deciso la Giunta Regionale che ha approvato una delibera con la quale estende la richiesta di calamita’ naturale anche alle altre aree dell’isola oltre a quelle investite dal nubifragio del 22 ottobre. Pronta anche una “leggina” per estendere i benefici della legge 15 anche ai danni provoicati dalle piogge lo scorso 4 novembre.

CAGLIARI – In via amministrativa verranno stanziati due milioni di euro, mentre gli altri cinque saranno finanziati con una leggina che modifica la normativa regionale n. 15 approvata dal Consiglio regionale e che riguarda i danni della prima alluvione.

L’esecutivo regionale ha anche definito i criteri per la riscossione degli indennizzi relativi al nubifragio del 22 ottobre. Per quanto riguarda i beni mobili (auto, suppellettili, arredi, etc) nella giornata di lunedì il commissario straordinario per l’emergenza, il presidente della Regione
Renato Soru, emetterà un’ordinanza con l’elenco dei danneggiati. Si tratta di circa 600 famiglie che potranno usufruire di un risarcimento articolato in quattro livelli, da 4 mila a 15 mila euro. Per le abitazioni i comuni interessati dalla prima alluvione sono stati delegati a ricevere e istruire le domande di risarcimento. E’ stata abolita la perizia giurata, mentre sarà necessario solo una perizia di un tecnico abilitato.

I rimborsi per la prima casa prevedono un ristoro del 70% delle spese per un massimo di 25 mila euro, mentre quello per le altre abitazioni sarà ridotto del 30%. I modelli, allegati alle delibere, per le richieste si possono scaricare dal sito della Regione (www.regione.sardegna.it).

Sul 15% delle domande sono previsti controlli a campione. Dei rimborsi alle attività produttive si occuperà la prossima riunione di Giunta.

novembre 7, 2008

Regione: altri 7 mln per alluvioni

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

articolo tratto da Sardegnaoggi.it

Arrivano altri 7 milioni di euro per le prime emergenze provocate dalla seconda alluvione che ha colpito il 4 novembre buona parte della Sardegna (Medio Campidano, Nuorese, Ogliastra e Gallura). L’ha deciso la Giunta Regionale che ha approvato una delibera con la quale estende la richiesta di calamita’ naturale anche alle altre aree dell’isola oltre a quelle investite dal nubifragio del 22 ottobre. Pronta anche una leggina per estendere i benefici della legge 15 anche ai danni provoicati dalle piogge lo scorso 4 novembre.

CAGLIARI – In via amministrativa verranno stanziati due milioni di euro, mentre gli altri cinque saranno finanziati con una leggina che modifica la normativa regionale n. 15 approvata dal Consiglio regionale e che riguarda i danni della prima alluvione.

L’esecutivo regionale ha anche definito i criteri per la riscossione degli indennizzi relativi al nubifragio del 22 ottobre. Per quanto riguarda i beni mobili (auto, suppellettili, arredi, etc) nella giornata di luned il commissario straordinario per l’emergenza, il presidente della Regione
Renato Soru, emetter un’ordinanza con l’elenco dei danneggiati. Si tratta di circa 600 famiglie che potranno usufruire di un risarcimento articolato in quattro livelli, da 4 mila a 15 mila euro. Per le abitazioni i comuni interessati dalla prima alluvione sono stati delegati a ricevere e istruire le domande di risarcimento. E’ stata abolita la perizia giurata, mentre sar necessario solo una perizia di un tecnico abilitato.

I rimborsi per la prima casa prevedono un ristoro del 70% delle spese per un massimo di 25 mila euro, mentre quello per le altre abitazioni sar ridotto del 30%. I modelli, allegati alle delibere, per le richieste si possono scaricare dal sito della Regione (www.regione.sardegna.it).

Sul 15% delle domande sono previsti controlli a campione. Dei rimborsi alle attivit produttive si occuper la prossima riunione di Giunta.