marzo 9, 2007

Gianpaolo: a Genova contro la Sampdoria senza paura. Se saremo veloci nelle ripartenze…….

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Dopo un ultimo allenamento alla 9’30 di questa mattina, il Cagliari alle 13 vola verso Genova. Domani Sera ( Sabato) alle 20’30 affronter la Sampdoria.Sono 20 i convocati da Marco Giampaolo per la trasferta di Genova. Confermato Bruzzone, rientrano Canini, MarchiniePenalba. Rimangono fuori, oltre all’acciaccato Conticchio e allo squalificato Conti, anche Burrai, Semedo e Langella, quest’ultimo per motivi familiari.

Ecco la lista completa:

Portieri: Aresti e Fortin

Difensori: Agostini, Bianco, Bizera, Canini, Del Grosso, Ferri, Lopez, Pisano

Centrocampisti: Biondini, Budel, Colucci,D’Agostino, Marchini, Penalba

Attaccanti: Bruzzone, Capone, Pepe, Suazo

La squadra di Novellino ,che oggi alle 15 far l’ultimo allenamento, sta facendo un buon campionato. In casa ha collezionato 6 vittorie 4 parteggi ed ha per perso tre volte. Il Cagliari in trasferta ha vinto solo unapartita , ed ha collezionato 5 pareggi e sei sconfitte. I rossoblu sono galvanizzati dalla vittoriacon l’Atalanta, ma anche dalla bella prestazione in casa del Torino, dove avrebbero meritato un risultato migliore. La Sampdoria una squadra che in casa gioca a viso aperto.

Ha un potenziale d’attacco con numeri da brividi. Hanno segnato 33 reti della quali 23 in casa. Ne ha subito altrettante, ma ben 16 al Ferraris. Dunque ottimo attacco ma la difesa vulnerabile. Per questo Gianpaolo raccomanda ripartenze veloci. Se il Cagliari sapr giocare la palla in velocit e lanciare Suazo e Capone con palle lunghe, potremmo anche sperare in un colpaccio.

I tre punti rappresenterebbero una grande iniezione di fiducia ed il possibile rilancio verso mete pi ambiziose di quelle di una , si preziosa, ma grigia salvezza. Insomma, vivere con gioia e non , sperare di non “morire”. E’ un sogno ? Ma tanto non si paga.

Cesare Corda

Domani sera( sabato) a partire dalle 20’30 sar ospite della trasmissione di Valerio Varghiu ” Videolina sugli spalti”. Dallo stadio Ferraris di Genova saranno collegati Vittorio Sanna e Veronica Baldaccini

marzo 4, 2007

Cagliari Atalanta 2 – 0 . Rossoblu trasformati : ordinati, grintosi, grande movimento senza palla, hanno dominato la partita concedendo ai bergamaschi solo due tiri : Ventola di testa, e rigore messo fuori da Doni. Suazo e Pepe i marcatori

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Oggi il Cagliari ha giocato veramente bene . Sulla carta ha affrontato una squadra con un organico superiore, composto da giocatori del livello di Doni, Ventola, defendi, Ferreira Pinto, Ariatti, l’ex Loria . In in campo perha vinto la volont, la caparbiet, un nuovo ordine tattico capace di imbrigliare il gioco dei bergamaschi e di proporre efficaci ripartenze.

Insomma la squadra delle ultime tre partite giocate in casa, due sconfitte ed un pareggio,in preda alla confusione, svogliata e distratta, sembra svanita. E’ anche vero che lo storia di ogni partita fatta di episodi , dovela fortuna e la casualit giocano un ruolo importante.

Prtemesso che gli uomini di Gianpaolo hanno meritato questa vittoria senza se e senza ma.

Per, per dovere di cronaca , anche giusto dire che oggi le cose per Capone e compagni sono andate tutte per il verso giusto : alla prima azione , dopo soli 4 minuti, Suazo ha segnato il primo Goal. Ininutile fallo su Ventola,, spinto alle spalle in area, anche se non avrebbe mai potuto colpire il pallone, destinato da un’altra parte,l’arbitro ha concesso il rigore . Doni lo ha sbagliato mettendo al lato sulla sinistra del portiere.

Poi c’ stata l’espulsione di Adriano,per doppia amminizione che ci ha dato la superiorit numerica e tutto stato pi facile.Il Cagliari ha chiuso la partita con un ‘altra bellaazione: discesa di Suazo palla a Biondini appostato al limite ,cross per Pepe che di testa ha trafittoCalderoni:era il 2 a 0 .Ma la cosa pi confortante , a parte i tre punti, stato l’atteggiamento dei singoli giuocatori. Come dicevamo sono stati tatticamente ordinati, prudenti , quasi mai in affanno in difesa, grande mibilit a centro campo, efficaci nei contrasti, pronti al raddoppio di marcatura negli ultimi 25 metri.

Ma finalmente i portatori di palla hanno cominciato ad evitarte inutili, dispendiosi e pericolosi assoli ed hanno capito che paga fare la cosa pi semplice: appoggiare la palla ad un compagno smarcato. Si visto qualche veloce uno due tra Suazo e Capone che per un soffio non ha liberato l’uomo davanti al portiere. Altra nota positiva la buona condizione fisica dimostrata da tutti .

Come gi era successo a Torino ha corso fino all’ultimo minuto senza mai andare in apnea. Ora il futuro, anche per i tre punti in pi, appare pi sereno. Non siamo sicuri cheGianpaolo sia un buon tattico, ma sicuramente un buo psicologo .In una settimana li ha trasformati riuscendo a dar loro la fiducia nei propri mezzi.

Cesare Corda

febbraio 27, 2007

Soru: anche i sardi paghino la tassa di soggiorno : 2 al giorno per persona negli alberghi . 1 al giorno nei campeggi, negli ostelli per la giovent, nei bed and B., nelle case private. Un’esortazione ai Consiglieri Regionali , di qualunque parte politica:abbiate il coraggio di dimettervi e mandatelo a casa!

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Saranno i comuni a decidere se applicarla ed in quale misura. Siccome i sardi sono notoriamente ricchi, possono contare su un reddito certo, non hanno problemi di lavoro ed hanno programmato senza difficolt il loro futuro e quello dei figli, a fine mese non sanno cosa fare dei soldi che avanzano, non sar per loro un problema pagare qualche nuova tassa.

Questo deve essere passato nella mente di questocinicoMonarca che governa la Sardegnaed ha partorito questa nuovafollia. Ma si tratta solo di un disegno di legge contenuto all’interno della finanziaria e dovr essere discusso in commissione e poi in Aula.

Ma i disegni di legge di Soru non sono proposte, ma ordini. Dictat che un Consiglio Regionaleparalizzato dalterrore di essere mandato a casa a seguito delle eventuali dimissioni del Presidente, subir supinamente.

In pratica cosa accadr ? Se a qualcuno venisse in mente di prendere , anche una capanna, in affitto per l’estate , dovr aggiungere al costo della locazione, un Euro al giorno per ogni persona, compresi vecchi e bambini. Se vi saltasse in mente di andare in un albergo decente, oltre le tre stelle, la tassa giornalierasarebbe doppia.

Ed una tassa che non fa sconti. Disoccupati, nulla tenenti, poveri in canna, o ricchi sfondati, dovranno pagare tutti. Presidente , ma lei non quello che ha imposto la cosidetta tassa sul lusso: sul plusvalore delle seconde case e sulle barche oltre i dodici metri ? Quasi, per quest’altra idea strampalata che ha messo in ginocchio il comparto della nautica, quello dell’edilizia ed i settori collegati, i creduloni vittime del suo populismo, la chiamavano Robyn Hood. Non c’ settore delle nostre attivit produttive che non sia in crisi, sono decine le fabbriche in difficolt e decine di migliaia di operai che hanno davanti lo spettro della disoccupazione.

Chi pu farlo abbandona la Sardegna in cerca di un lavoro che qui introvabile. La gente disperata , non riesce ad andare avanti ed nel futuro vede solo il buio. E lei , a cuor leggero invita i comuni ad imporre nuove tasse ? Ma dove vive Presidente ?

Vorrei fare un’esortazionea tutti iConsiglieri Regionali, di qualunque parte politica : abbiate il coraggio di dimettervi e mandatelo a casa. Ridareste dignit al vostro ruolo,alla massima assemblea dei sardi, ma sopratutto liberereste la Sardegna da una persona arrogante, prima che faccia altri danni.

Cesare Corda

febbraio 26, 2007

Cagliari: licenziato Colomba Cellino richiama Gaianpaolo.Stessa danza anche a Torino dove Zaccheroni deve ridare il posto a De Biasi

By admin
Topics:
Senza categoria

Discuss it:
No Comments »

Nel commento di ieri avevamo scritto: chiss che Cellino da Miami non ci faccia una sorpresa. Ma conoscendolo, nessuno si meravigliato: il Presidente del Cagliari ha fatto in fretta la cosa che sa fare meglio: cacciare gli allenatori.

Ha richiamato Gianpaolo chenove settimane fa era stato a sua volta esonerato e sostituito proprio da Colomba ,che ora gli rende la pariglia. Colomba ha appreso la notizia nel centro Ercole Cellino di Assemini ,mentre dirigeva un allenamento defaticante . Superati i problemi dell’orgoglio, dell’amor proprio, che avrebbero potuto indurre Gianpaoloa fare qualche rimostranza della serie, Presidente , prima mi cacciper sostituirmi con Colomba ed ora cacci via anche lui e mi richiami ? ma per quanto tempo ? Non che se scendi dal letto con il piede sbagliato, mi ridai lo sfratto ? Ma Gianpaolo queste cose forse le ha pensate, ma non le ha dette.

Il lavoro ed i piccioli, giustamente, innanzi tutto. Ma poi, se c’ uno che ha sbagliato il Presidente : per ben due volte tornato sui suoi passi certificando di aver commesso almeno quattro errori, salvo aspettare l’esito della nuova “missione” del giovane mister. Comunque, c’ un aspetto positivo. Gianpaolo conosce bene la squadra eSuazo e compagni devono solo rispolverare il tacquino degli appunti per ripassare gli schemi.

Tra due giorni andremo a Torino sulla cuipanchina stata vissuta la stessa telenovela :Zaccheroni dovr lasciare il posto all’ex De Biasi che lui aveva rimpiazzato.Certo , alla squadra serviva un segnale forte, ma i problemi del Cagliari sono legatiad un organico carente. A gennaiosi aspettavano rinforzi che non sono arrivati. Mancano un trequartista di qualit, una punta centrale ed un contrista . Lo abbiamo scritto fino alla noia.

Ai limiti tecnici per siu ,potrebbe , almeno in parte, sopperire, conla grinta, la caparbiet e la voglia di combattere con il coltello tra i denti contro qualunque avversario. Siamo a tre punti dal girone dei “morituri” e non possiamo fare altri passi falsi. Gambe in spalla, correre , soffrire e combattere. Questa la ricetta peruscire dalla crisi.

Cesare Corda